La Grecia è una meta meravigliosa per le vacanze pasquali. I visitatori hanno l'opportunità di capire, tramite la partecipazione alle usanze e le uniche tradizioni locali, il modo in cui lo spirito della Pasqua tocca il popolo greco. Ecco alcuni consigli su dove andare: 
 
Patmos 
Patmos, non ha solo alcune delle migliori spiagge della Grecia, ma è anche la sede del Monastero di San Giovanni il Teologo. In epoca romana Patmos era un luogo d'esilio, in cui secondo la tradizione l'evangelista Giovanni avrebbe scritto il libro dell'Apocalisse.
 
patmos2

E' considerata come uno dei luoghi più importanti da parte della Chiesa greco-ortodossa. La Settimana Santa è un periodo speciale per l'isola, durante la quale essa attira pellegrini cristiani da tutto il mondo. Oltre alle chiese, il visitatore di Patmos ha la possibilità di ammirare le bellezze naturali dell'isola, letteralmente col fiato sospeso.

Chios
Con tradizioni invrontados1numerevoli per la celebrazione della Pasqua, la storica “Guerra di Razzi” (rouketopolemos) a Vrontados di Chios è uno spettacolo sicuramente unicho. La “guerra” si svolge tra due chiese rivali, Agios Markos e Panagia Erithiani, che si siedono uno di fronte all’altro su lati opposti di una valle. Dopo la Risurrezione, inizia un pandemonio di fuochi d'artificio tra le due chiese mentre l’ obietivo è di colpire il campanile. 

Peloponneso
Una singolare usanza pasquale sono sicuramente le centinaia di aerostati colorati che riempiono il cielo di Leonidion (nel centro di Peloponneso) a mezzanotte del Sabato Santo. Il prete, seguito dalla gente, esce dalla chiesa per rievaerostato1ocare la Ressurezione del Cristo. «Cristos Anesti» proclama il prete (Cristo è resuscitato) e i piccoli aerostati salgono nel cielo illuminandolo a giorno! Un po più al nord, a Vitina, un atmosfera particolare si crea la sera del Venerdi Santo. Gli abitanti del piccolo paese stendono tappetti ai vicoli per la processione del Epitafios di San Trifone e illuminano i cortilli delle case con le lanterne. Impressionante è anche l’Epitafios di Corone che passa delle pittoresche stradine per arrivare al Castello veneziano sulla collina. A Neo Oitylo come a Karavostasi, la processione si fa in riva al mare mentre a Oitylo la liturgia dello Sabato Santo nella cathedrale del paese, in un piccolo balcone sul bordo del vecchio castello. Molto spettacolare è anche il «Saitopolemos» che si svolge a Calamata il Sabato Santo e la Domenica della Pasqua. Si tratta di una gara che coinvolge squadre (alcuni partecipanti in costume tradizionale) con navette costruiti da tubi di cartone ripieni di polvere da sparo, realizzati in casa, un evento risalente alla guerra di Indipedenza Greca.
 
MANH

banner newsletter punto

  1. I più letti
  2. In evidenza
Un museo molto particolare nel centro di Atene: il Museo di esiliati politici di Ai Stratis
Zominthos: Un palazzo minoico di montagna di circa 4000 anni fa

Zominthos: Un palazzo m…

Settembre 15, 2016