Dall’8 dicembre 2016 al 19 marzo 2017, il Museo di Arte Cicladica presenta una mostra fotografica dal titolo “Robert McCabe. Memorie e monumenti dell’Egeo”. L’esposizione è organizzata nell’ambito della mostra archeologica “La società delle Cicladi 5000 anni fa”, ospitata anch’essa nello stesso museo.

egeo afisa

La mostra dedicata al celebre fotografo americano e ardente filelleno –che ha visitato la Grecia del dopoguerra e ha catturato, con la sua arte, l’unico ambiente naturale e sociale dell’epoca– si articola in due sezioni con tematiche differenti, ma che ruotano attorno al tema del mare greco e del suo ruolo nelle società dell’Egeo nel corso dei secoli.

egeo1

La prima sezione, intitolata “Le isole dove il tempo si è fermato” presenta aspetti della vita quotidiana nelle isole del Mar Egeo negli anni 1950 e 1960. Una quotidianità senza elettricità e acqua corrente, senza strade e automobili, senza telefoni e anche senza traghetti regolari collegando le isole alla terraferma. Le infrastrutture esistenti in quei tempi nella Grecia insulare non sembrano differire sostanzialmente rispetto all'antichità. Questa sezione include 40 foto che riguardano i festeggiamenti e le manifestazioni popolari, le occupazioni delle donne e degli uomini e anche le occupazioni di mare.

mc cabe mykonos

La seconda sezione, dal titolo “Accanto al mare, al belissimo mare”, comprende 33 foto che raffigurano siti archeologici costieri. La maggior parte di queste fotografie sono scattate nel periodo 1954-1955. In effetti, le immagini di Robert McCabe ricordano le descrizioni dei viaggiatori che hanno visitato il paese nel XIX secolo. Si tratta, in generale, di luoghi ricchi di storia e di memoria: centri religiosi e commerciali ed altri siti importanti per la loro posizione strategica. Il filo che collega tutti questi luoghi è comunque la loro posizione vicino al mare. Tra questi siti di notevole interesse troviamo Perachora, Methoni, Delos, Rodi, Kos, Pylos, Santorini e Sounion.

rodi

Inoltre, è da notare che, l’anno scorso, in occasione di una sua mostra realizzata presso Athens Art Gallery e presentando fotografie dagli scavi archeologici a Micene (1954), il celebre fotografo aveva concesso un’intervista a Punto Grecia, in cui parla del suo fascino per la fotografia e la Grecia.

sounio

banner newsletter punto

  1. I più letti
  2. In evidenza
Punto Grecia
Gli articoli scelti per la nostra newsletter del 23 marzo sono disponibili anche online sul sito web di… https://t.co/zmR4n4NiS1
Punto Grecia
@Pittella: Socialists pushed ‘social agenda’ into #RomeDeclaration https://t.co/8iyHDTaYig
Punto Grecia
Trattati di #Roma, @Mattarella: «l’Italia fu motore traente». La Lega diserta https://t.co/wX59JoXvHI
Follow Punto Grecia on Twitter