Accade, che quando uno visita un museo, benchè ci siano delle opere d’ arte interessanti e eccitanti, ci siano anche le etichette che procurano informazioni ma inoltre creano domande, bloccando la comprensione ! Però, se fosse un’ applicazione che poteva cambiare la situazione ? È esattamente questo che fa Clio Muse! Si tratta di un tour guide app che cura le migliori storie culturali per viaggi al chiuso e all’ aperto, spartendo la storia dietro opere d’ arte selezionate oppure punti di interesse di tutto il mondo.

Clio Muse fu creato da Andreas Fatouros, un conservatore di arte e antichità, Theodoti-Daphne Tsevreni, laureata dall’ Università di Atene per l’ Economia e gli Affari e Yiannis Nikolopoulos, un ingegnere di computer, che si sono incontrati in Startup Weekend Next e hanno deciso di combinare la loro conoscenza con uno scopo di riportare la gente ai musei. La differenza fra la premiata Clio Muse e altre applicazioni di guide turistiche è che Clio Muse non resta alle informazioni tipicamente scientifiche, ma racconta anche storie intriganti relative alle opere esposte. Ogni storia dura più o meno 20 secondi e i visitatori possono decidere quante informazioni vogliono avere e spartire la loro esperienza ai reti sociali. Le istituzioni culturali possono analizzare e valutare i dati statistici raccolti dall’ applicazione per modificare le loro mostre oppure fare piani per il futuro !

banner newsletter punto