Fino al 5 gennaio 2019, il Museo Benaki ospita (nell’edificio di Via Pireos 138) una retrospettiva dedicata a Yiannis Moralis (1916-2009) che racchiude dipinti, sculture, schizzi architettonici, copertine di dischi e illustrazioni di libri, creati di uno dei più famosi artisti visivi greci del 20° secolo.

moralis foto1

Inaugurata il passato 20 settembre 2018, la mostra è co-organizzata dal Museo Benaki, la Galleria Nazionale - Museo Alexandros Soutsos, la Fondazione Culturale della Banca Nazionale di Grecia e le Gallerie Zoumboulakis, con il supporto della famiglia del pittore, nel tentativo di far luce sul progresso artistico del pittore nel tempo, portando in primo piano gli aspetti sconosciuti della sua vita e della sua opera.

Yiannis Moralis fu un importante artista visivo greco, della "generazione degli anni '30", un movimento artistico innovativo nella Grecia del secolo scorso. Un vero classico del XX secolo, Moralis fu impegnato alla pittura figurativa e assimilò elementi del modernismo combinandoli con le norme tradizionali. Dal 1947 al 1983, Moralis insegnò nell’Accademia di Belle Arti di Atene.

natgal1

Dal 1970, la sua opera si sposta dalla raffigurazione realistica della figura umana, presente nei primi lavori dell’artista, verso una geometrica stilizzazione che incorpora curve. Nel corso degli anni, Moralis fu anche coinvolto nella creazione di scenari e costumi teatrali per il Teatro Nazionale Greco e il Balletto Nazionale greco -illustrando opere poetiche di Odysseas Elytis e Giorgos Seferis- e nella decorazione di opere architettoniche, come ad esempio l’intervento pittorico dell’artista sulla facciata dell’albergo Athens Hilton.

Da notare che su iniziativa del Ministero greco della Cultura e dello Sport , il 2016 è stato dichiarato “Anno di Yiannis Moralis” in occasione del 100° anniversario della nascita dell’artista.

natgal2

Testo: M.O.

Cura editoriale: A.K.

banner newsletter punto